Pnrr, in Puglia ok a sei interventi di bonifica ambientale

81 Visite

Il ministero della Transizione ecologica ha approvato sei dei dieci progetti di intervento di bonifica e ripristino ambientale presentati dalla Regione Puglia. Si tratta dell’impianto di discarica rifiuti solidi urbani di località Autigno a Brindisi, dell’ex inceneritore Rsu e Suapi di Lecce, i due lotti della discarica abusiva di Santeramo in Colle (Bari), dell’ex opificio Iao e Diso e dell’ex opificio Zincherie Adriatiche di Troia (Foggia). La giunta regionale ha approvato l’ordine di priorità di intervento: si parte da Brindisi, Lecce e Santeramo in Colle. I fondi previsti dalla misura M2C4, del Pnrr è di quasi 44,5 milioni di euro.

“Il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il nostro territorio utile per intervenire su importanti problemi ambientali aperti da molto tempo ormai” dichiara l’assessore regionale all’Ambiente Anna Grazia Maraschio spiegando che “la messa in sicurezza dei siti da bonificare rappresenta un’azione fondamentale” e che “le risorse si vanno ad aggiungere agli oltre 250 milioni impegnati negli ultimi 5 anni per mettere in sicurezza il territorio dagli abbandoni di rifiuti, la bonifica di siti contaminati e per eliminare l’amianto”.

“Il prossimo passo – annuncia – sarà chiedere e ottenere il finanziamento degli ulteriori siti individuati nell’ambito del Pnrr per proseguire con determinazione la mia azione di riqualificazione ambientale del territorio pugliese”.

Promo