Carceri: Giovani Avvocati negli istituti penitenziari per la Domenica delle Palme

59 Visite

Il neonato ”Osservatorio Nazionale Aiga sulle Carceri’, istituito per accendere i riflettori in un momento come quello attuale, prossimo all’entrata in vigore di importanti riforme, sulla condizione delle carceri italiane, chiede, come prima ‘tappa‘ ufficiale di questo nuovo percorso, il giorno della Domenica delle Palme, di poter visitare gli istituti penitenziari italiani attraverso le delegazioni territoriali dell’Osservatorio, per verificare le condizioni delle carceri, per ascoltare dalla viva voce dei detenuti il rispetto dei loro diritti fondamentali, la validità delle iniziative di reinserimento sociale oggi praticate e, all’esito, di stendere un documento di sintesi delle attività svolte.

Già da circa due mesi, sottolinea il Presidente presidente dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati Francesco Paolo Perchinunno l’Aiga ha istituito un Dipartimento ad hoc proprio sull’Ordinamento Penitenziario, che rivolge la propria attenzione ai detenuti e alle problematiche che riguardano le carceri italiane. Solo pochi giorni fa la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha nuovamente condannato l’Italia per la violazione dell’art. 3 della Convenzione Europea che proibisce i trattamenti inumani e degradanti. Sono dati che non possono non toccare le sensibilità di tutti il tasso, davvero intollerabile, di suicidi nelle carceri, superiore a dieci volte quello riscontrabile nella popolazione generale e la numerosità, pari a quasi il 40% della popolazione carceraria, di detenuti tossicodipendenti”. “Sono rimasti nella memoria di tutti – prosegue Perchinunno – le immagini raccapriccianti degli episodi occorsi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere ed in quello di Foggia che, purtroppo, sembrano rappresentare il termometro di una situazione ormai fuori controllo”.

Proprio per dare ulteriore impulso alle iniziative nelle quali è impegnata, su proposta del dipartimento sull’Ordinamento Penitenziario, la giunta nazionale Aiga, lo scorso 18 febbraio, ha inteso istituire questo nuovo organismo. Aiga, da oltre 50 anni affermata a livello nazionale con circa 10mila giovani avvocati iscritti e 136 sezioni territoriali, oltre alle innumerevoli attività di politica forense, di formazione e socioculturali che quotidianamente vengono svolte, ha da sempre mostrato sensibilità e attenzione per le numerose problematiche che affliggono il sistema penale e per le condizioni che attualmente sono costretti a subire i detenuti.

Promo