Animali, Coldiretti Puglia: “Pascoli e stalle a rischio Lupi”

52 Visite

 “Nelle campagne ci sono più animali selvatici, tra lupi, cinghiali e cani inselvatichiti che lavoratori agricoli e la situazione è drammatica in tutta la regione. Nel giro di dieci anni i lupi si sono moltiplicati, mettendo a rischio non solo gli animali nelle stalle e al pascolo, ma anche la vita stessa di agricoltori e pastori. In Puglia sono enormi le perdite registrate in campagna causate dalla fauna selvatica, con un danno pari ad oltre 13 milioni di euro”. È quanto denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia, in merito agli attacchi che ovili e stalle pugliesi stanno subendo. Per Coldiretti Puglia “sono essenziali misure di contenimento per non lasciar morire i pascoli e costringere alla fuga migliaia di famiglie”.

“Il problema dei grandi carnivori sta diventando insostenibile ed è necessario trovare una soluzione in tempi rapidi”, continua Muraglia che chiede “una strategia congiunta tra il ministero dell’Ambiente, il ministero dell’Agricoltura e la Regione Puglia per stabilire le misure da adottare a tutela delle aziende agricole e zootecniche. Serve responsabilità nella difesa degli allevamenti, dei pastori e allevatori che con coraggio continuano a presidiare le aree zootecniche e a garantire la bellezza del paesaggio. Senza i pascoli – conclude Coldiretti Puglia – aree straordinarie muoiono, l’ambiente si degrada e frane e alluvioni minacciano le città”.

Promo