Bollette: Dalena (azienda ecologia), ‘Tempesta perfetta per il settore energivoro’

122 Visite

Una tempesta perfetta: per le tecnologie che usiamo, il nostro tipo di azienda è fortemente energivoro. Allo stesso tempo mancano le materie prime. In molti casi per ottenerle occorre aspettare mesi”. Così all’Adnkronos Giuseppe Dalena, rappresentante legale e amministratore del gruppo ‘Dalena ecologia’, con sede a Barletta, che gestisce aziende diffuse nel territorio nazionale che si occupano della gestione e del trattamento dei rifiuti. E’ anche presidente della sezione Ambiente ed Energia di Confindustria Bari-Bat.

Dalena sottolinea, innanzitutto, “la contrazione di mercato, legata anche e soprattutto al processo di svalutazione, un processo economico ovviamente necessario. Succede tuttavia che tutti i punti di svalutazione fanno bene sicuramente al nostro bilancio nazionale ma fanno male al nostro potere di acquisto. Io acquisto beni e servizi come tutti gli altri cittadini. Il prezzo del Pun (il Prezzo Unico Nazionale di riferimento dell’energia elettrica in Italia acquistata alla borsa elettrica ndr) – evidenzia Dalena – nel corso di un anno è diventato più elevato, forse di dieci volte, ma tutte le iniziative industriali non possono ribaltare i costi ‘sine die’ sul cittadino”.

Il ribaltamento “non è automatico” come accade per altri settori. I servizi di gestione dei rifiuti, per esempio, “vengono affidati anche con contratti pluriennali su base di gara”. Per i prezzi ”si fanno delle stime, considerando gli andamenti dei costi degli ultimi anni. Quello che si è verificato in quest’ultimo anno, però, è fuori da ogni logica”. Pertanto anche “le riduzioni e agevolazioni del governo non sono sufficienti, non bastano 5 miliardi da soli”.

Promo