Xylella. Gelsomino trifogliato in black list dell’Unione Europea

138 Visite

XYLELLA. COLDIRETTI PUGLIA: GELSOMINO TRIFOGLIATO IN BLACK LIST UE

 C’è anche il gelsomino trifogliato tra le 36 piante ospitanti la xylella fastidiosa e inserite nella lista nera della Unione europea. A denunciarlo è la Coldiretti Puglia.

Si tratta di “una ulteriore tegola per il settore florovivaistico pugliese che produce 300 milioni di euro di valore. È a rischio la tenuta sui mercati interni e sull’export florovivaistico pugliese che rappresenta un elemento di punta del Made in Italy”, afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. La Xylella ha provocato “gravi danni d’immagine e sull’export di prodotti florovivaistici, spesso usata come scusa per bloccare ingiustificatamente fiori e piante in vaso Made in Italy”, denuncia Coldiretti Puglia.

“Un esempio significativo delle difficoltà che colpiscono il settore florovivaistico a causa dell’assenza di accordi con Paesi e aree strategici per il nostro export, ma anche delle lungaggini burocratiche che affliggono il lavoro degli uffici fitosanitari sul territorio”, aggiunge Muraglia. La Xylella – ricorda l’associazione – è arrivata in Italia portata da piante tropicali giunte dall’America latina e fino a oggi ha infettato oltre 8mila chilometri quadrati con oltre 21 milioni di ulivi colpiti, molti dei quali monumentali e 5mila posti di lavoro persi nella filiera dell’olio extravergine di oliva. Il batterio avanza al ritmo di 2 chilometri al mese e dopo aver devastato gli ulivi del Salento, minaccia la maggior parte del territorio Ue dove sono stati individuati altri casi di malattia, dalla Francia alla Spagna, dalla Germania al Portogallo. 

Promo