Covid. Istituto superiore di Sanità: “casi sottostimati per ritardi nelle notifiche di 9 Regioni”

112 Visite

L’incidenza in calo è dovuta anche a un “forte ritardo di notifica” dei nuovi casi da parte di nove Regioni. Lo scrive l’Istituto Superiore di Sanità nel suo bollettino settimanale della sorveglianza integrata.

“Si ribadisce che anche in quest’ultima settimana – si legge nel report – il numero di casi notificati dalle regioni Basilicata, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e dalla P.A. di Bolzano risentono di un forte ritardo di notifica dovuto a difficoltà tecnico-organizzative e alla forte pressione sui servizi sanitari. Pertanto non tutti i casi diagnosticati dalle regioni sopra descritte sono stati segnalati al sistema di sorveglianza integrato COVID-19″.

La lieve diminuzione dell’incidenza settimanale a livello nazionale si spiega anche verosimilmente con la forte sottonotifica.

Promo