Trasferimento mercato di Andria. Arrivano le nuove licenze

267 Visite

C’è voluto poco che i nodi venissero al pettine ed ecco che dal Suap di Andria, a distanza di alcune settimane in cui i nuovi posteggi sono stati occupati senza uno straccio di autorizzazione, arrivano le nuove concessioni.

Il trasferimento voluto dal comune di Andria in Via Tiepolo, con l’intesa e l’accordo di tutte le Sigle di Rappresentanza, anche di quelle che poi sono state soffiate dal risucchio del vento invernale verso le nuove mete trasformiste della stessa Amministrazione comunale cangiante, era stato preventivato anche per una motivazione logistica di non poco conto: consentire che le dimensioni dei nuovi posteggi da assegnare a chi avrebbe lasciato via Buozzi fossero conformi a quanto previsto dalla normativa vigente cioè tendere ai 32 mq. minimo.

Con il cambio di rotta, sostenuto dai soffiatori del vento del postere temporale, quindi la decisione di andare a tappare i buchi lasciati vuoti da chi ha fatto scelte più confortanti e meno umilianti, accade che le nuove concessioni temporanee siano riferite a posteggi di dimensioni assolutamente insufficienti per essere occupati con gli automezzi utilizzati dagli operatori del mercato. A questo punto due sono le cose: o gli operatori saranno costretti ad occupare spazio in eccedenza con il rischio di beccarsi ogni lunedì multe di migliaia di euro oppure vedersi costretti ad abbandonare il mercato settimanale.

Sta di fatto che mentre il vento della bieca accondiscendenza soffia sempre più forte laddove risulta sempre molto più comodo l’antico vezzo del do ut des, la lesione dei diritti e il prevalere della propaganda prendono il sopravvento ma poiché sempre di vento si tratta il rischio è che il vento di oggi sia peggiore di quello di ieri.

Promo