Parchi, Alta Murgia avvia acquisizione Castello del Garagnone

72 Visite

 Il Parco nazionale dell’Alta Murgia ha avviato la procedura per l’acquisizione del Castello del Garagnone che assieme a Castel del Monte e al Castello di Gravina fanno parte del patrimonio ricadente nell’area del parco. “L’obiettivo – dichiara Francesco Tarantini, presidente Pnam è mettere a sistema tutti gli attrattori del Parco, di cui il Castello del Garagnone è parte integrante. Il suo acquisto da parte dell’ente rientra in un percorso di recupero e valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico e storico-culturale dell’Alta Murgia”.

Il castello è stato edificato in età normanna durante il regno degli Altavilla e fu ricostruito a scopo difensivo nel 1220. Del maniero ne restano oggi le affascinanti rovine che si ergono in collina sul costone murgiano, fonte di interesse per numerosi visitatori. “Acquisirlo consentirà di valorizzarlo singolarmente ma anche di migliorare l’offerta turistica del Parco, creando un percorso ad hoc che includa tutti i siti ricadenti in agro di Spinazzola, tra cui – conclude Tarantini – le miniere di Bauxite, il bosco di Acquatetta e l’inghiottitoio di Cavone”.

Promo