Andria, ‘avvisi di cortesia’ per le occupazioni esterne ai negozi

79 Visite

 Un’azione preventiva quella svolta dal Comando di Polizia Locale prima di passare a quella repressiva con le sanzioni in caso di inadempienze e violazioni.

Piace all’Associazione di Rappresentanza Unionecommercio – Unibat la linea preventiva adottata del neo Comandante della Polizia Locale, avv. dott. Francesco Capogna ed è il Presidente del Sodalizio, Savino Montaruli, a dichiarare: “attività frenetica del Corpo di Polizia Locale in queste ore per preavvisare gli esercenti di regolarizzare eventuali posizioni non conformi al Regolamento comunale sulle occupazioni di suolo pubblico esterno ai negozi, cosa possibile nei limiti imposti. Un’attività che sicuramente ripropone un tema delicatissimo cioè il contemperamento delle esposizioni di merci esterne i locali con effetti collaterali che investono altri aspetti della materia, quello igienico-sanitario, ad esempio. Un tema del quale mi sono personalmente occupato al Tavolo Coordinato di Concertazione con la ASL e che portò alla stesura ed adozione di un Protocollo poi sfociato in un’ordinanza comunale. Di fronte alle verifiche ed accertamenti avviati dalla P.L. di Andria ritengo opportuno che si torni a riunire quel Tavolo Tecnico per adottare provvedimenti adeguati alla condizione attuale della città, coniugando i diversi e legittimi interessi pubblici in campo. Da parte nostra resta intatta la disponibilità e le competenze tecniche da sempre messe a disposizione dell’Ente quindi l’auspicio è che ciò avvenga in tempi brevissimi. Intanto giovedì 27 gennaio, alle ore 16,30 in Sala Giunta presso il comune di Andria, ci riuniremo, su convocazione del Dirigente SUAP, per discutere delle modalità relative al rilascio delle autorizzazioni all’occupazione di suolo pubblico con Dehors (manufatti esterni ai locali pubblici adibiti alla somministrazione di alimenti, pasti e bevande). Gli stimoli ripetutamente trasmessi ai competenti uffici comunali credo stiano oggi cominciando a far registrare i primi risultati auspicati “– ha concluso Savino Montaruli presidente UNIBAT.

Promo