Barletta. 24enne scomparso, la madre: “temo il peggio per Michele”

281 Visite

Saranno i rilievi su un’auto scura a fornire qualche pezzo dell’intricato puzzle che riguarda la scomparsa di Michele Cilli, l’uomo di 24 anni di Barletta di cui non si hanno notizie dalla notte tra il 15 e il 16 gennaio scorso, quando, dopo aver partecipato a una festa di compleanno, si è allontanato dagli amici a bordo di un’utilitaria di colore scuro di proprietà di un coetaneo. La stessa su cui si stanno concentrando gli investigatori.

“L’unica cosa che ci hanno detto è che c’è il più stretto riserbo. Noi siamo davvero preoccupati, molto”, riferisce alla Dire, Maria Comitangelo, mamma di Michele, dopo aver lasciato il commissariato di polizia. “Sono passati già cinque giorni. Non posso che pensare al peggio – aggiunge -. Michele sa a memoria il mio numero di telefono, mi avrebbe chiamato o mandato un semplice messaggio per dirmi che stava bene. Non lo ha fatto, lei al mio posto cosa avrebbe pensato se non che gli sia successo qualcosa?”.

Maria, assieme agli altri suoi due figli, ha battuto le campagne limitrofe alla città alla ricerca di un segno, di una traccia di Michele. “Non ha mai fatto una cosa del genere, non è mai sparito nel nulla – ripete -. Temo che gli sia successo qualcosa di grave”.

Promo