Canosa, bomba carta azienda presidente Confindustria: indaga la mobile

123 Visite

Sono in corso indagini da parte della squadra mobile della questura di Barletta – Andria – Trani su quanto accaduto nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio scorso a Canosa di Puglia dove ignoti hanno piazzato una bomba carta davanti a uno degli ingressi del centro ricerche della Farmalabor, azienda farmaceutica di Sergio Fontana, presidente di Confindustria Puglia. L’imprenditore potrebbe essere ascoltato nelle prossime ore dagli inquirenti. Nessuna pista è al momento esclusa compresa quella che possa essersi trattato di una bravata di fine anno.

Gli agenti della scientifica hanno effettuato i rilievi del caso e sono state acquisite le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza della zona. Nei frame si vede una persona incappucciata e col volto coperto avvinarsi all’ingresso, lasciare qualcosa e allontanarsi: dopo qualche istante l’esplosione. La procura di Trani ha aperto un fascicolo di inchiesta. Si procede per danneggiamento aggravato ma l’ipotesi di reato potrebbe cambiare nelle prossime ore.

Promo