Sicurezza a Trani, il bilancio dei Carabinieri: “Reati in calo ma preoccupano furti auto”

118 Visite

Rispetto allo scorso anno è stato registrato nel 2021 un calo dei reati del sei per cento nella provincia di Barletta – Andria – Trani dove resta alto invece il fenomeno dei furti di auto: 2.600 quelle rubate nei primi 11 mesi di quest’anno. È quanto emerso nel corso della conferenza stampa indetta dal comando provinciale dei carabinieri a Trani, in cui è stato tracciato il bilancio delle attività svolte.

“Rispetto al 2019 sono in calo del 15% i furti e le rapine dopo i picchi registrati l’anno scorso e due anni fa”, ha spiegato il colonnello Alessandro Andrei sottolineando che sono state 41.500 le richieste di intervento giunte al centralino dell’Arma e 8mila i reati perseguiti dai militari grazie anche “alla capillarità della presenza sul territorio: basta pensare che in cinque dei dieci comuni della provincia siamo gli unici presidi di legalità”, ha evidenziato il colonnello.

Sono state 1.250 le persone denunciate, 361 arrestate di cui più di 150 in flagranza di reato. Sono stati attivati 146 codici rossi “con i casi di maltrattamento dovuti anche alle dinamiche famigliari esasperate dalle conseguenze economiche della pandemia”, ha aggiunto il colonnello ricordando la creazione della “stanza degli ascolti protetti per aiutare le vittime di violenze e aggressioni”.

Non sono mancati i sequestri di armi e droga, indagini per omicidi e tentati omicidi – come quelli avvenuti ad Andria, Canosa, Margherita di Savoia, Barletta e Bisceglie – e i controlli sui luoghi di lavoro “eseguiti con i colleghi del Nil, il nucleo ispettorato del lavoro, che hanno permesso di scovare chi illecitamente percepiva il reddito di cittadinanza”. “È stato comunque un anno importante per la dislocazione territoriale e il distacco dal comando di Bari”, ha concludo Andrei auspicando “un sempre e costante impegno a tutela del territorio”.

Promo