Donna di Bisceglie muore dopo intervento al cuore, indagati 8 medici della Casa Sollievo della Sofferenza

59 Visite

Otto medici della cardiochirurgia e della rianimazione dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia) sono indagati per cooperazione in omicidio colposo per la morte di Lucrezia Mastrodonato, la 46enne di Bisceglie (Barletta-Andria-Trani) deceduta il 27 novembre 2021 nel nosocomio voluto da San Pio.

Il pm inquirente, Pietro Iannotta, ha disposto l’autopsia per accertare le cause del decesso ed eventuali responsabilita’: l’incarico sarà conferito il 5 gennaio. La donna -è detto in una nota dello studio legale Studio3A, al quale il marito della vittima (madre di due figli di 17 e 12 anni) si è rivolto-, “era affetta dalla nascita da un’insufficienza aortica”, patologia che nel corso del 2021 si è aggravata.

Di qui la decisione del cardiochirurgo che l’aveva in cura a Casa Sollievo della Sofferenza di sottoporla ad intervento di sostituzione della valvola aortica. L’operazione è stata eseguita il 23 novembre, è durata sei ore ed è “apparentemente riuscita”. Dopo aver trascorso tre giorni in terapia intensiva, la donna è stata trasferita in cardiochirurgia dove è morta dopo un malore.

Promo