Ad Andria traffico veicolare impazzito e limiti di inquinamento preoccupanti: la denuncia di ‘Io ci sono!”

70 Visite

Andria città afflitta da traffico ed inquinamento ambientale. Una situazione diventata insostenibile durante le giornate pre natalizie e festive che hanno visto aumentare in modo esponenziale sia il traffico veicolare, soprattutto nei dintorni delle aree pedonalizzate, sia il tasso di inquinamento ambientale già di per sé estremamente preoccupante ed allarmante. Una miscela esplosiva che fa registrare la presa di posizione dell’Associazione di Volontariato “Io Ci Sono!” di Andria, presieduta dall’Attivista Sociale Savino Montaruli che ha dichiarato: “nessuna speranza di cambiamento, né culturale né dell’organizzazione amministrativa e logistica dei servizi di controllo della viabilità. Alle problematiche aggravate dal malfunzionamento o addirittura dall’assenza di tutti i presidi di sicurezza previsti dal codice della strada si aggiungono quelle cosiddette temporanee. Ad esempio la giornata di domenica 26 dicembre 2021, festività di Santo Stefano, è stata un’altra di quelle che ha visto alcune arterie stradali, per esempio la trafficatissima viale Puglia, invasa anche da mezzi pesante agricoli intenti a svolgere il proprio compito di trasporto dei prodotti. Quasi un’ora per percorrere qualche centinaio di metri è qualcosa di indescrivibile. Eppure era tutto prevedibile ma il traffico, in città, chi lo “dirige?”.

Poi aggiunge: “Un paradosso quello di non predisporre alcun presidio pur conoscendo bene la problematica specie in questo periodo della raccolta. Come dire: si vede il cielo nuvoloso, minaccioso ma si esce senza ombrello.  L’appello è rivolto anche al neo Comandante della Polizia Locale, avv. dott.  Francesco Capogna, affinché assuma immediatamente le necessarie precauzioni e misure di direzione della viabilità urbana diventata insopportabile e causa primaria di inquinamento ambientale, acustico e di emissioni nocive che minano la salute dei cittadini e degli avventori in una città fortemente malata dal punto di vista sanitario con numeri spaventosi che sono sotto gli occhi di tutti. Il tempo delle attesa è finito, è abbondantemente finito e i risultati dell’auspicato cambiamento tardano ad arrivare, se mai arriveranno”

Promo