Andria, incontro tra comune e associazioni ambulanti di commercio

96 Visite

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato delle associzioni di categoria doopo l’incontro tenutosi con l’amministrazione comunale di Andria a proposito dei mercatini di Natale. 

Nel corso dell’incontro tenutasi nella Sala Giunta del comune di Andria tra l’Amministrazione comunale e le Associazioni, presieduto dalla prima cittadina alla presenza di assessori e dirigente comunale, furono numerose le proposte provenienti dalle Sigle di Rappresentanza del commercio. Tra queste quelle relative allo svolgimento dei veri mercatini di Natale. Ricordiamo che addirittura il sindacalista rappresentante CasAmbulanti consegnò fisicamente al dirigente le linee guida affinché quei mercatini natalizi fossero rispettosi delle vigenti normative. A quanto pare nessuna di quelle numerose proposte è stata poi presa in carico dall’amministrazione comunale e questo ha causato addirittura anche il fallimento del mercato settimanale serale con la desertificazione totale a causa del diniego di postazioni su corso Cavour e via Tiepolo, come chiesto dalle Associazioni.

Alla fine è spuntato dal nulla qualcosa che è stato impropriamente definito “Mercatino natalizio”, sul viale della passeggiata ad Andria. Ebbene, ferma restando la buona intenzione che evidentemente in una grande città non può essere la sola prerogativa di chi voglia guidarla, sarebbe opportuno precisare che trattasi di autorizzati alla “mera esposizione di prodotti artigianali e d’ingegno”, anche al fine di evitare che alcuni post di chi definisce detrattori coloro che invece voglio fare le cose per bene applicando la legge senza populismi infantili e dannosi, possano indurre i Vigili Urbani a fare accertamenti che potrebbero davvero costare molto caro a chi, forse inconsapevolmente o ingenuamente, stesse pensando di poter esercitare la vendita non autorizzata. Compito delle Associazioni di Categoria infatti non è quello di restare silenti e sempre accondiscendenti e timorose ma di adottare la corretta informazione, con spirito collaborativo con le istituzioni. Il tempo della propaganda è abbondantemente finito ed Andria non può camminare all’indietro come purtroppo sta facendo e di questo ce ne dispiace davvero – hanno concluso da Fivap – Federazione Ambulanti.

Promo