Puglia, Amati (Pd): progetti carenti per ammodernare gli ospedali

127 Visite

Nove progetti per l’ammodernamento degli ospedali pugliesi sarebbero carenti e vanno integrati per non perdere oltre 200 milioni di finanziamenti. E’ quanto emerso oggi durante le audizioni in I e III commissioni consiliare per fare il punto sull’attuazione del programma. In audizione è stata ascoltata la dirigente del Servizio sistemi informativi e tecnologie della Regione Puglia, dottoressa Ladalardo, la quale ha rilevato che, a seguito della verifica tecnica degli elaborati trasmessi dalle Asl, è emerso per alcuni interventi manca parte della documentazione.

“Spero che entro venerdì le Asl integrino la documentazione mancante relativa ai progetti di riammodernamento degli ospedali pugliesi – commenta il presidente della I commissione, Fabiano Amati (Pd), che aveva chiesto l’audizione – . Ci sono oltre 250 milioni da spendere relativi a vecchie programmazioni e non solo PNRR. E’ quindi indispensabile fare presto e inviare la richiesta al Ministero, così da ottenere l’ultimo stralcio dei finanziamenti previsti per l’ammodernamento e la riqualificazione del Servizio sanitario”.

“E’ evidente – prosegue Amati – che si tratta di risorse indispensabili per migliorare il nostro Servizio sanitario e pertanto, invito le Asl a inviare quanto prima la documentazione mancante, ossia aggiornamento dei quadri economici, alcuni dei quali non coincidono, e parte degli elaborati progettuali. E’ emerso infatti che si tratta unicamente di materiale di cui le Asl sono già in possesso perché indispensabile all’approvazione dei progetti e che, non inviati sinora, risultano invece indispensabili al Dipartimento regionale Sanità per relazionarsi con il Ministero”.

Promo