Aborto: ass. Coscioni, almeno 22 ospedali con 100% obiettori

80 Visite

In Italia ci sono almeno 22 ospedali in cui il 100% del personale sanitario (medici ginecologi, anestesisti, personale infermieristico e OSS) e’ obiettore di coscienza. E’ il dato principale che emerge dai dati aggiornati dell’indagine “Mai dati!” curata da Chiara Lalli, docente di Storia della Medicina, e Sonia Montegiove, informatica e giornalista e resa nota con l’Associazione Luca Coscioni. Sono 72 gli ospedali con personale obiettore tra l’80 e il 100% e 18 quelli con il 100% di ginecologi obiettori. 4 invece i consultori con il 100% di personale obiettore. Le regioni in cui c’e’ almeno un ospedale con il 100% di obiettori sono: Abruzzo, Veneto, Umbria, Basilicata, Campania, Liguria, Lombardia, Puglia, Piemonte, Marche, Toscana. “La legge 194 del 1978 prevede che ‘gli enti ospedalieri e le case di cura autorizzate sono tenuti in ogni caso ad assicurare l’espletamento delle procedure e l’effettuazione degli interventi di interruzione della gravidanza”, spiega Filomena Gallo, avvocato e segretario nazionale dell’Associazione Luca Coscioni.

Promo